Scuola, “Apprezzamento per il sistema Dote di Regione Lombardia”

Pubblichiamo il comunicato stampa di CdO Opere Educative:

“Assieme alle associazioni che siedono al tavolo istituito presso Regione Lombardia hanno trasmesso un Comunicato Stampa relativo al Sistema Dote della Regione. In particolare, le Associazioni esprimono apprezzamento per l’aumento dei fondi a favore delle varie misure che confluiscono nel sistema (complessivamente 9 milioni e mezzo). Le Associazioni Scriventi ringraziano quindi l’Assessore Tironi per una rinnovata attenzione al sistema paritario, auspicando che il modello lombardo possa essere paradigmatico per il sistema nazionale d’istruzione, “perché stimola l’efficienza e la capacità di innovazione nelle scuole paritarie e favorisce una sana competizione tra chi eroga i servizi d’istruzione“.

***

Le scriventi Associazioni lombarde esprimono, a nome dei genitori, delle scuole paritarie e dei docenti che rappresentano, vivo apprezzamento per il sistema Dote di Regione Lombardia che per l’anno scolastico in corso, nell’ottica di riconoscere, valorizzare e sostenere il ruolo della famiglia quale nucleo fondamentale per la crescita e lo sviluppo della persona ha approvato un aumento dei fondi a favore delle varie misure che confluiscono nel sistema (complessivamente 9 milioni e mezzo).

Questo incremento permetterà a tutti i richiedenti la misura Buono Scuola di beneficiare dei contributi a sostegno della frequenza di una scuola paritaria.

Negli ultimi due anni le domande di contributo per Dote Scuola componente Buono Scuola, così come per la componente Materiale didattico, sono notevolmente aumentate, probabilmente anche in conseguenza alle difficoltà economiche che molte famiglie si trovano ad affrontare.

Mentre per l’a.s. 21/22, Regione Lombardia era riuscita a stanziare ulteriori risorse per poter erogare a tutti gli studenti il contributo spettante, nell’a.s. 22/23, a causa di fondi insufficienti, alcuni studenti avevano ricevuto un contributo parziale rispetto a quanto previsto. Lo stesso scenario si era ripresentato per l’anno in corso ma grazie all’Assessore Tironi e all’impegno preso con le associazioni di genitori, gestori delle scuole e docenti lombarde, che siedono al Tavolo Parità istituito presso Regione Lombardia, ha recuperato le risorse necessarie affinché tutti i richiedenti possano beneficiare del contributo, nella misura prevista dall’Avviso, stanziando 4 milioni di euro aggiuntivi e mettendo la stessa cifra, 28 milioni di euro, nel bilancio di previsione 2024/2025.

In aggiunta a ciò, l’Assessore Tironi, ha previsto un aumento di fondi anche per:

  • Contributo di gestione per le scuole dell’infanzia paritarie non comunali (+ 4 milioni di euro), avviando un processo di semplificazione per l’erogazione delle risorse, condiviso con il suddetto Tavolo Parità e l’USR Lombardia. Le risorse saranno infatti erogate direttamente alle scuole, sulla base dei dati in possesso dell’Ufficio scolastico Regionale della Lombardia e, i criteri di erogazione dei contributi, daranno priorità agli Enti che gestiscono un numero di sezioni minori o mono-sezioni, avendo particolare attenzione ai Comuni più piccoli o montani dove, in molti casi, la scuola paritaria privata risulta l’unico servizio attivo. Oltre all’aumento delle risorse, che ammontano a 12 milioni di euro per l’anno scolastico 2023/2024, sono stati anche messi in sicurezza, nel bilancio pluriennale di Regione, 12 milioni di euro per l’anno scolastico 2024/2025 e 10 milioni di euro per l’anno scolastico 2025/2026. Anche in questo caso il provvedimento è venuto incontro alla richiesta delle Associazioni firmatarie e andrà a garantire i contributi per una pluralità di annualità, mostrando una particolare attenzione a questo comparto di scuole che stanno maggiormente soffrendo e necessitano un adeguato supporto per l’importante servizio che coprono sul territorio regionale;
  • Dote disabilità, che garantisce agli alunni dall’infanzia alla secondaria di II grado con disabilità certificata, residenti in Lombardia e frequentanti scuole paritarie, un contributo a parziale supporto dei costi del personale insegnante impegnato in attività didattica di sostegno, non coperto da altri contributi pubblici, per la quale le risorse sono state incrementate di un milione e mezzo e stabilizzate per un triennio (23/24-24/25- 25/26). Questa misura aiuta a contenere la discriminazione verso questi allievi, che frequentando scuole paritarie non ricevono ancora un adeguato supporto dai contributi ministeriali, seppure, in questi ultimi anni, anche il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha destinato a tale scopo, ulteriori stanziamenti, non ancora però sufficienti a coprire il fabbisogno di una qualità della didattica.

Non possiamo infine non accennare al nuovo Avviso finalizzato alla creazione di spazi di consulenza e formazione, denominati “scuola in ascolto” che andranno a finanziare per il triennio 2023/2025 reti di scuole statali, paritarie e di Istruzione e Formazione Professionale.

Ringraziamo quindi l’Assessore Tironi per una rinnovata attenzione al sistema paritario e auspichiamo che il modello lombardo possa essere paradigmatico per il sistema nazionale d’istruzione, perché stimola l’efficienza e la capacità di innovazione nelle scuole paritarie e favorisce una sana competizione tra chi eroga i servizi d’istruzione.

Dote Scuola, e tutte le sue misure, è uno dei pochi strumenti nel panorama italiano che favorisce il diritto allo studio degli studenti e, mettendo al centro lo studente sostiene il mondo delle scuole paritarie che garantiscono un servizio di qualità, garantendo insieme la libertà di scelta educativa delle famiglie.

Per questo dovrebbe non solo essere salvaguardato, ma esteso e consolidato!

AGeSC Lombardia (Associazione Genitori Scuole Cattoliche Comitato Lombardia)
AGE Lombardia (Associazione Genitori Lombardia)
AIMC Lombardia (Associazione Italiana Maestri Cattolici)
ANINSEI Lombardia (Associazione Nazionale Istituti Non Statali di Educazione e di Istruzione)
AVCL (Associazione Vita Consacrata Lombardia)
CDO OPERE EDUCATIVE-FOE
CIOF SCUOLA
CNOS SCUOLA
COMITATO POLITICO SCOLASTICO NON STATALE
DIESSE Lombardia
FAES
FIDAE Lombardia (Federazione Istituti di Attività Educative)
FIINSEI (Federazione Italiana Istituti Non Statali di Educazione ed Istruzione)
FILINS Lombardia 
(Federazione Italiana Licei Linguistici e Istituti Scolastici Non Statali)
FISM Lombardia (Federazione Italiana Scuole Materne)
OPERA NAZIONALE MONTESSORI
SCUOLE WALDORF Lombardia
UCIIM Lombardia (Unione Cattolica Italiana Insegnanti, Dirigenti, Educatori, Formatori)

Didacta Italia 2024 dedicata a Don Bosco: on line il programma scientifico del Ministero dell’Università e della Ricerca e della CRUI

Dal sito dell’Istituto nazionale documentazione, innovazione, ricerca educativa.

***

L’Erasmus italiano, le opportunità e le sfide dell’intelligenza artificiale, i modelli innovativi della didattica universitaria. E ancora, l’Alta formazione artistica, musicale e coreutica, l’interdisciplinarietà, l’orientamento, le soft skills, il blended learning, le pari opportunità. Sono solo alcuni dei temi che saranno toccati dagli appuntamenti promossi dal Ministero dell’Università e della Ricerca (il MUR) in collaborazione con la Conferenza dei rettori delle università italiane (la CRUI) per la tre giorni di Didacta.

Il programma scientifico per gli atenei e le istituzioni AFAM è ora disponibile on line. Tramite la piattaforma web per i docenti è possibile iscriversi a tutti gli eventi formativi.

Con la pubblicazione del programma completo realizzato dal MUR e dalla CRUI si completa così l’offerta degli eventi formativi di Didacta Italia 2024, che aprirà i battenti alla Fortezza da Basso di Firenze dal 20 al 22 marzo. Grande novità di questa settima edizione è proprio una nuova area interamente dedicata alle Università e all’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.

Seminari, workshop e tavole rotonde: il calendario degli appuntamenti offerti dal MUR con la collaborazione della CRUI è organizzato grazie al contributo di una trentina di atenei e del CINECA. Tutto il programma scientifico  può essere consultato alla pagina: https://fieradidacta.indire.it/it/programma/.

Il Ministero dell’Università e della Ricerca sarà presente alla Fiera di Firenze insieme alla CRUI anche con un proprio stand, nel padiglione Arsenale.

L’edizione 2024 di DIDACTA ITALIA è dedicata a Don Giovanni Bosco, fondatore dei Salesiani, “padre e maestro della gioventù” nel ricordo di Giovanni Paolo II. Suo il pensiero “In ognuno di questi ragazzi v’è un punto accessibile al bene. Compito di un educatore è trovare quella corda sensibile e farla vibrare”.

Didacta Italia è organizzata da Firenze Fiera con la partnership scientifica di INDIRE e in collaborazione con Didacta International. La mostra propone un programma di altissimo livello coordinato dal Prof. Giovanni Biondi, avvalendosi di un Comitato organizzatore composto da: Ministero dell’Istruzione e Merito, Ministero dell’Università e della Ricerca, Regione Toscana, Comune di Firenze, Unioncamere, Camera di Commercio di Firenze, ITKAM e Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

Vai al sito

Cnos-Scuola, “Scuola e innovazione”: incontro nazionale docenti salesiani

Dal 19 al 20 marzo 2024, a Firenze, si terrà l’incontro nazionale dei docenti salesiani “Scuola e innovazione – Scelte e strumenti per costruire davvero il cambiamento”. L’incontro si terrà all’istituto Salesiano dell’Immacolata di Firenze e sarà aperto ai docenti delle Scuole salesiane.

Il secondo giorno sarà dedicato alla Fiera Didacta, durante la quale si svolgerà il convegno dei Salesiani in Italia sul tema della scuola.

Le iscrizioni termineranno il 22 dicembre, per tutte le info si può consultare il volantino, cliccando sul pulsante.

Info e iscrizioni

Cnos-Scuola, “L’impresa della scuola”: assemblea nazionale il 10 e 11 maggio 2024 a Torino

Il 10 e 11 maggio 2024, a Torino, si terrà l’assemblea nazionale del Cnos-Scuola: “L’impresa della scuola. Crescita della leadership nella Comunità Educativa e Pastorale”.

Due giorni di incontri e workshop, sui temi che coinvolgono i docenti e gli alunni:

  • Comunicazione efficace
  • Team Work
  • Cultura innovativa
  • Promuovere un ambiente collaborativo
  • Flessibilità e gestione del tempo
  • La prospettiva progettuale
  • Gestione del cambiamento

Le iscrizioni vanno effettuate entro il 22 dicembre, seguendo le istruzioni del volantino scaricabile cliccando sul pulsante.

Info e iscrizioni

Incontro Settore Scuola ICP il 6-7 luglio a Susa

Il 6 e 7 luglio 2023, presso la Villa San Pietro Casa di Spiritualità” a Susa (To), si è tenuta una due giorni dedicata alla scuola a cura del Settore Scuola dell’Ispettoria del Piemonte e Valle d’Aosta.

La prima giornata ha visto la presentazione del Settore Scuola e delle linee guida della PEPSI, per poi concludersi con un confronto a gruppi.

La giornata di venerdì 7 è stata caratterizzata dagli interventi del dott. Damiano Previtali, del Ministero dell’Istruzione, e don Miguel Angel Garcia, Consigliere Generale per la Pastorale Giovanile.

Il dott. Previtali ha esposto le linee guida dell’orientamento e l’E-Portfolio, mentre don Garcia si è concentrato sull’orientamento scolastico e vocazionale.

In chiusura, le conclusioni e i saluti dell’Ispettore don Leonardo Mancini.

Scuole Salesiane ICP

I Salesiani in Italia presenti a Didacta con CNOS-FAP e CNOS-Scuola

Dall’8 al 10 marzo le Associazioni Salesiane CNOS-FAP e CNOS-Scuola saranno presenti con uno stand a Fiera Didacta Italia, il più importante appuntamento fieristico sull’innovazione del mondo della scuola che si svolgerà a Firenze, presso la Fortezza Da Basso.
Il mondo salesiano della scuola e della formazione professionale avrà così uno stand al Padiglione Spadolini, piano Attico, dove si terranno dei workshop per esprimere la propria proposta educativa. Partner tecnico dell’evento sarà C&C.

L’8 marzo, nella Sala Eventi E6 – Palazzina Lorenese 1 Piano, si terrà il workshop “Piattaforma Competenze Strategiche”, tenuto da Enrica Ottone, docente Pontificia Facoltà Scienze dell’Educazione Auxilium.

Il 9 marzo, due appuntamenti:

  • dalle 11.30 alle 13.20 nell’Arena A3 – Pad.Spadolini Piano Attico, si terrà il convegno nel quale verrà presentata l’esperienza educativa e innovativa dei Salesiani nella Scuola e nei Centri di Formazione Professionali.
  • dalle 15.30 alle 16.20, Sala Eventi E6 – Palazzina Lorenese 1 Piano, si terrà il workshop “Cosa fa una scuola digitale? Otto anni di innovazione didattica, tecnologica e ambientale all’istituto “E. Marelli” di Sesto San Giovanni”, tenuto da Tommaso Franchini, Docente e responsabile didattica ed educativo digitale Formatore Apple Distinguished Educator e consulente Apple Professional Learning Specialist, e Raffaele Gallo, Docente e animatore digitale. Questo appuntamento, in virtù del grande numero di preiscrizioni presentate, si terrà anche il 10 marzo, allo stesso orario e nello stesso luogo.

Il 10 marzo, invece, dalle 11.30 alle 12.20, nella Sala Eventi E6 – Palazzina Lorenese 1 Piano, si terrà il workshop “Cittadinanza Digitale – Classcraft”, tenuto da Giovanni Fasoli, docente IUSVE di Pedagogia della realtà virtuale, Tecnologie immersive per l’educazione e la formazione Digital Augmented Education; Anna Cipriani, Docente specializzata in Media-Education; Erica Gandaglia, Docente Scuola Secondaria Primo Grado; Stefano Impilli, Docente Scuola Secondaria Primo Grado.

“La presenza dell’associazione CNOS Scuola – Salesiani per la scuola a Didacta è una occasione per presentare la nostra proposta educativa e didattica che svolgiamo tutti giorni all’interno delle nostre scuole su tutto il territorio nazionale, una proposta educativa e innovativa per offrire scuole aperte al futuro per l’educazione integrale della persona”

dichiara don Stefano Mascazzini, presidente del CNOS Scuola – Salesiani per la scuola.

“Oggi CNOS-FAP a Didacta racconta che l’innovazione dentro i nostri Centri di formazione professionale è fondamentale, ma che questa può portare frutto solo se è radicata sul terreno dei valori che già don Bosco ha messo a fondamento del suo metodo educativo. Vogliamo rappresentare i risultati raggiunti nell’ambito della Formazione Professionale e penso sia importante essere presenti a Didacta con il resto del mondo salesiano che lavora in Italia negli ambiti dell’educazione scolastica e della Formazione Professionale.

dichiara don Fabrizio Bonalume, direttore generale del CNOS-FAP.

Siamo felici di vedere i ragazzi che crescono nella loro autostima e che ritrovano il fascino del “saper fare” un lavoro, perché in questo “saper fare” il giovane molte volte ritrova la risposta al senso della propria vita e capisce chi può essere per una società che ha bisogno l’apporto dell’impegno di ciascuno”.

In un’intervista per il programma tv “Un Caffè Con…“, in onda il 27 Febbraio 2023 alle 9.35 su RETE 7 – (canale 13 del d.t.), don Stefano Mascazzini ha approfondito la partecipazione di CNOS Scuola – Salesiani per la scuola alla fiera e il ruolo dei salesiani nella formazione scolastica:

Mentre Fabrizio Tosti, Direttore Nazionale Offerta Formativa CNOS-FAP, in un’intervista in onda il 3 marzo 2023 ha approfondito la partecipazione del CNOS-FAP e le attività dello stesso in favore dei giovani:

 

Scarica la locandina

 

Il Ministro Valditara in visita alle scuole dei Salesiani di Sesto San Giovanni

Pubblichiamo il comunicato stampa delle Opere Sociali Don Bosco, le quali riceveranno la visita del ministro Valditara lunedì 19 dicembre.

***

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, lunedì 19 Dicembre visiterà le Opere Sociali Don Bosco di Sesto San Giovanni, prima scuola paritaria a ricevere la visita del neo  Ministro. 

Il Ministro verrà ricevuto dal Direttore delle Opere Sociali don Bosco di Sesto San Giovanni, don Elio Cesari, e  potrà visitare uno dei poli educativi salesiani più grandi d’Europa con i suoi 70.000 metri quadrati  frequentato ogni giorno da oltre 2.500 studenti e 250 adulti tra presidi, insegnanti ed educatori. 

Protagonisti della visita saranno gli studenti, che accoglieranno personalmente il Ministro nelle loro aule e nei  laboratori per mostrargli i tratti distintivi dell’offerta formativa dei salesiani:  

  • l’innovazione attraverso la didattica multimediale che ha portato la scuola a diventare una “Apple  Distinguished School” che vede gli strumenti digitali applicati all’apprendimento, ma sempre con una grande  attenzione all’educazione dei giovani all’uso responsabile di questi strumenti fin dalla scuola secondaria di  primo grado. 
  • la formazione professionale di primo livello, che da sempre caratterizza il modello educativo di Don  Bosco ma che ha saputo rinnovarsi per stare al passo con i tempi, anche grazie alla stretta collaborazione  con il territorio e le sue aziende. 
  • la formazione superiore altamente professionalizzante in grado di rispondere alla richiesta crescente  delle imprese di nuove ed elevate competenze alla luce delle sfide connesse all’industria 4.0 e alla  trasformazione digitale. 

La visita del Ministro Giuseppe Valditara ci dà l’opportunità di mostrare il nostro modello di scuola che ha come  obiettivo far diventare i ragazzi protagonisti di un percorso di apprendimento attivo, provocarli continuamente a  ricercare, approfondire, sperimentare, prendere iniziativa sulle cose e sulla realtà, in un ambiente educativo  positivo ed inclusivo che valorizza i talenti e le unicità di ciascuno grazie a percorsi formativi che guardano al  futuro e ad una comunità di insegnanti e educatori adulti, appassionati e competenti”, ha dichiarato il Direttore  don Elio Cesari. 

Legge di Bilancio, Agorà della Parità scrive al Presidente del Consiglio e ai ministri dell’Istruzione e del Merito e dell’Economia

Le Associazioni di gestori e genitori di scuole paritarie cattoliche e d’ispirazione cristiana, AGeSC, Cdo Opere Educative-FOE, CIOFS scuola, FAES, FIDAE, FISM, Fondazione GESUITI EDUCAZIONE, Salesiani per la Scuola-CNOS Scuola Italia, facenti parte di Agorà della parità, hanno scritto al Presidente del Consiglio e ai Ministri dell’Istruzione e del Merito e dell’Economia,
auspicando una nuova attenzione al mondo delle scuole paritarie, a famiglie e studenti che le scelgono e a docenti e personale che vi lavora, prevedendo, nel corso della legislatura, provvedimenti normativi volti al compimento della legge 62/2000.

Nell’imminenza della prossima approvazione del DDL Bilancio hanno ritenuto indispensabile richiedere un’attenzione particolare per alcuni interventi:

  • stabilizzazione dei 70 milioni di euro aggiuntivi destinati all’inclusione di bambini e ragazzi diversamente abili nelle scuole paritarie, prorogati con la legge di bilancio 2022 fino al 2023, provvedimento indispensabile per consentire alle scuole paritarie di poter pianificare con maggior tranquillità e nella consapevolezza di risorse certe, il puntuale reclutamento del personale e la retribuzione e la formazione dei docenti al fine di favorire un’adeguata accoglienza degli alunni con disabilità. Tali risorse, pur non coprendo tutte le necessità, nel recente triennio hanno significato un primo passo importante verso la parità di trattamento per tutti gli studenti diversamente abili, indipendentemente dalla scuola che frequentano, statale o paritaria e la loro stabilizzazione significherebbe progredire decisamente in questa direzione;
  • conferma del contributo aggiuntivo di 20 milioni stanziato nel 2022 e un incremento di ulteriori 180 milioni di fondi da destinare alla scuola dell’infanzia paritaria per mettere in sicurezza l’indispensabile servizio pubblico che consente ad oltre 400.000 bambini l’accesso al primo grado di istruzione ed educazione. Nella medesima lettera hanno inoltre sottolineato l’urgenza di ripartire i 30 milioni di euro destinati dall’art. 13 del Decreto-Legge-23-settembre-2022-n.144 alle scuole paritarie per la gestione dell’emergenza energetica affinché l’erogazione tempestiva delle risorse sostenga le crescenti difficoltà segnalate dalle scuole in merito all’aumento dei costi di energia.

AGeSC, Catia Zambon, Presidente nazionale
CIOFS scuola, Marilisa Miotti – Presidente nazionale
FAES, Giovanni Sanfilippo – Delegato nazionale per le Relazioni Istituzionali
Cdo Opere Educative-FOE, Massimiliano Tonarini, Presidente nazionale
FIDAE, Virginia Kaladich, Presidente nazionale
FISM, Giampiero Redaelli, Presidente nazionale
Fondazione GESUITI EDUCAZIONE, Vitangelo Denora – Delegato
Salesiani per la Scuola-CNOS Scuola Italia, Stefano Mascazzini, Presidente nazionale

Alla prova del domani – Assemblea Nazionale CNOS-Scuola 2023

Venerdì 19 maggio e sabato 20 maggio 2023 si terrà presso l’Istituto Salesiano dell’Immacolata (Firenze) l’Assemblea Nazionale CNOS-Scuola Italia dal titolo “Alla prova del domani”. Nucleo centrale della due giorni sarà provare a dare una risposta alla domanda: Quale docente salesiano per la sfida dell’innovazione?

L’Assemblea Nazionale del CNOS-Scuola è un’occasione importante per riflettere sul tema della formazione dei nostri docenti e per condividere le esperienze di innovazione nelle scuole salesiane presenti in Italia.

-Don Stefano Mascazzini, Presidente e Membro del Consiglio Direttivo

Per maggiori informazioni sul programma, costi e workshop disponibili visita la pagina dedicata!

Assemblea Nazionale

Milano: Conferenza Internazionale Modello SEM

Venerdì 4 novembre dalle 16.00 alle 19.00 presso l’Auditorium Don Bosco in Via Melchiorre Gioia 48 a Milano si terrà una Conferenza Internazionale dal titolo “Ogni studente è Unico”.

La conferenza si rivolge a docenti, genitori e psicologi che vogliono approfondire un approccio inclusivo per la valorizzazione del talento e del potenziale a scuola. L’ingresso è gratuito previa iscrizione al link CLICCANDO QUI.

La Conferenza intende presentare il Modello SEM attraverso la voce dei due fondatori Joseph Renzulli e Sally Reis che saranno presentati dalla Dott.ssa Lara Milan responsabile di Sem Italy, mentre la prof.ssa Maraschi Paola racconterà l’esperienza avviata da alcuni anni nella scuola salesiana di Varese.

Il Modello di Arricchimento Scolastico (The Schoolwide Enrichment Model) di Joseph Renzulli e Sally Reis è un modello di didattica inclusiva per lo sviluppo del talento, della creatività e del potenziale individuale degli studenti.

Frutto di quarant’anni di ricerca scientifica, condotta presso l’Università del Connecticut, USA, il SEM permette di infondere attività di arricchimento all’interno del regolare curricolo scolastico, cercando un equilibrio tra approcci tradizionali di apprendimento e approcci che promuovano le abilità di pensiero, l’apprendimento hands-on e la produttività creativa in tutti gli studenti.

Obiettivo del SEM è quello di ridurre al minimo la noia e la disaffezione scolastica e migliorare il rendimento e la produttività creativa. ll SEM si basa sul Modello Triadico di Arricchimento (Renzulli, 1977a) e sul Modello dei Tre Anelli di J. Renzulli (1978). Renzulli e Reis sostengono che le scuole dovrebbero essere luoghi per lo sviluppo del talento (Renzulli, 1994) e che a tutti gli studenti devono essere offerte le opportunità, le risorse e l’incoraggiamento per sviluppare i talenti secondo una visione inclusiva per cui l’alta marea innalza tutte le barche.

Scarica la locandina
Salesiani per la Scuola