Articoli

Immersi nel digitale: il workshop dell’ispettoria Sicula

Pubblichiamo un articolo sul workshop di comunicazione dell’ispettoria Salesiana Sicula a maggio.

***

Per iniziativa dell’Equipe di Comunicazione Sociale dell’Ispettoria Salesiana Sicula – composta da don Enrico Frusteri Chiacchiera, don Philemon Chacha, don Antonino Garufi e Pierpaolo Galota – durante due weekend del mese di Maggio è stato possibile partecipare ad un workshop formativo sul mondo digitale. Un mondo che ha indubbiamente stravolto la vita dei giovani in questo momento storico in cui la tecnologia, in tutte le sue forme, si è rivelata fondamentale per mantenere un contatto vivo con gli altri, e che in un prossimo futuro potrà essere la soluzione per reinventarsi in molte situazioni.

Il percorso del workshop è stato diviso in due momenti: uno dedicato alla produzione fotografica, a cura di don Tonino, tenutosi tra l’8,9 e 10 Maggio; il secondo, invece, dedicato all’approfondimento di aspetti legati al giornalismo – cartaceo e online – e alla comunicazione, a cura di Pierpaolo, svoltosi nel fine settimana successivo.

I giovani partecipanti di questo percorso hanno, quindi, avuto la possibilità di conoscere e sperimentare le proprie capacità in due campi apparentemente diversi ma in realtà affini: i consigli di don Tonino hanno trasmesso una nuova sensibilità verso l’aspetto interpretativo della fotografia, al di là delle pillole tecniche che, sicuramente, con l’esperienza, riusciranno ad essere assimilate in maniera più completa; le successive nozioni proposte da Pierpaolo Galota sull’aspetto comunicativo del digitale – che può concretizzarsi in articoli, narrazioni o semplici notizie trasmesse attraverso i social media – hanno completato un percorso già avviato, stimolando il pensiero e l’immaginazione nel cercare di attribuire giuste parole ad uno scatto, tanto quanto adatte informazioni ad una notizia.

Nonostante le circostanze e il breve tempo nel quale si è svolto il progetto, il bagaglio culturale di ciascun partecipante al workshop è sicuramente più ricco di conoscenze che, seppur apprese per semplice piacere, daranno a ciascuno di loro una nuova visione critica della realtà che li circonda, che sia da dietro l’obiettivo di una macchina fotografica o tra le righe di un articolo.

Eleonora Pinizzotto

Sì alla VITA, sempre! – Centro di aiuto alla Vita “Domenico Savio”

Si riporta l’articolo pubblicato sul Notiziario dell’Ispettoria Salesiana SiculaInsieme” riguardante il servizio offerto dal CAV, il Centro di Aiuto alla Vita “Domenico Savio”.
(25 aprile 2019 – Catania Barriera)

Il Centro Aiuto alla Vita Domenico Savio è un’associazione di volontariato regolarmente registrata, costituita presso l’Oratorio Salesiano Sacro Cuore di Catania (quartiere Barriera) e aderente al Movimento per la vita nazionale, all’ APS “ Salesiani per il sociale “, e attualmente anche al Centro Servizi per il Volontariato Etneo (CSVE) Il CAV Domenico Savio opera a sostegno della vita nascente e della famiglia e vuol essere punto di riferimento e, nei limiti del possibile, di aiuto e supporto per le mamme e le famiglie in difficoltà.

In particolare il Centro si propone di:

  • fornire un concreto aiuto alla vita nascente e alle mamme in difficoltà attraverso: il sostegno morale, psicologico, economico e la consulenza medica e legale gratuita;
  • diffondere la promozione della vita nel territorio mediante la creazione di “Punti Vita” presso scuole, istituti, parrocchie, gruppi e associazioni affinché questi si facciano, a loro volta, promotori di analoghe iniziative a favore della vita e della famiglia,
  • favorire la “cultura della vita” mediante realizzazione di incontri presso le scuole secondarie al fine di fornire informazioni medico-scientifiche, legali ed etiche di base in tema di procreazione, aborto, tutela della maternità e della vita; promozione… presso le scuole di ogni ordine e grado, di concorsi e di progetti, aventi come tema la vita, la famiglia, i giovani, l’educazione all’affettività ed alla sessualità nonché interventi di contrasto ad ogni forma di violenza nei confronti di categorie considerate più deboli; collegamento in rete con altre realtà religiose (Uffici diocesani di pastorale familiare, caritas e pastorale giovanile, parrocchie, scuole cattoliche, MGS, Movimento Salesiano delle Famiglie, Centri Giovanili, Oratori…) e civili (scuole statali e paritarie, centri sociali, consultori, cliniche, studi medici, farmacie…); organizzazione di tavole rotonde, conferenze ed incontri su tematiche attuali relative alla vita, all’aborto, all’educazione dei figli, alla famiglia, al lavoro, all’affido e adozione, alle famiglie in difficoltà di relazione…, organizzazione annuale di una giornata per la vita a livello parrocchiale e territoriale, di rendersi presente presso i “tavoli” concernenti tematiche relative alla vita e alla famiglia presso il Comune e altre realtà associative.

Fanno parte del CAV Domenico Savio dei Volontari di diverse età, provenienza e professionalità (medici, avvocati, psicologi, assistenti sociali, insegnanti, biologi, religiosi, madri di famiglia, giovani…).
È sempre attivo un numero di telefono mobile, nonché il numero verde del Movimento per la vita indicati sulla brochure e sulla locandina SOS Vita del CAV, che esponiamo in vari punti del territorio (ambulatori, cliniche, consultori, chiese, scuole…)
Il CAV Domenico Savio sta vivendo un bel momento di presenza forte nel Territorio e nella Chiesa locale: abbiamo visitato, negli ultimi mesi, 9 Consultori ASP e 2 Centri sociali, siamo in contatto con oltre 10 Istituti Secondari di II Grado di Catania e Provincia (incontri sistematici con i giovani, concorso sui diritti umani e sulla vita…), con vari Istituti comprensivi di Primaria e Secondaria di I grado (Progetto Emozioni, un Uovo per la vita, Concorso dei presepi nelle scuole…); è ormai tradizionale nel corso dell’anno, in comunione con il IV Vicariato, una serie di incontri formativi per giovani e adulti su tematiche forti come le “dipendenze” (è venuto con la sua Equipe il compianto Padre Vincenzo Sorce di Casa Rosetta, Terra Promessa. Il 17 gennaio scorso) e sull’inizio della vita umana già dalla formazione dell’embrione umano, con don Gianni Russo.

È in atto il concorso artistico, letterario e multimediale sul tema della vita e sui diritti umani, nel 70° della loro proclamazione da parte dell’ONU nel 1948, con ottima partecipazione di oltre 300 studenti di 10 Istituti di Scuola Secondaria di II grado di Catania e Provincia cresce la presenza nel territorio e la collaborazione con enti pubblici ed ecclesiali, in particolare con la Pastorale della famiglia e lo sportello per maternità difficili della Chiesa locale.
Attualmente sono una dozzina le famiglie che seguiamo e aiutiamo, e in particolare tre le mamme con maternità a rischio aborto, sostenute dal centro anche tramite il “Progetto Gemma” e “Adotta una mamma”.