Articoli

Protocollo d’intesa tra Cnos-Fap Lombardia e la Cooperativa Sociale “L’Iride”

Firmato un protocollo d’intesa tra la Fondazione Cnos-Fap Lombardia e la Cooperativa Sociale “L’Iride” per un lavoro più inclusivo. Di seguito l’articolo pubblicato su ANS.

***

È stata siglata giovedì 12 maggio la convenzione tra l’ente salesiano Fondazione CNOS-FAP Lombardia e la Cooperativa Sociale “L’Iride”, un accordo che mira a costruire processi e strumenti d’inclusione, che facilitino e supportino l’inserimento di persone fragili nel mondo del lavoro. La firma che ha sancito la convenzione è stata apposta da don Elio Cesari, Direttore delle Opere Sociali “Don Bosco” di Sesto San Giovanni, e dal Presidente del Consiglio di Gestione de “L’Iride”, Enrico Novara.

Cornice della siglatura è stata la sede operativa de “L’Iride” dove molti operatori erano al lavoro, accanto ai tirocinanti inviati dai Salesiani. Ospite d’eccezione, il Sindaco di Monza, Dario Allevi, che ha visitato la struttura e conosciuto diverse persone all’opera.

“Abbiamo scelto questo luogo inusuale per sancire una convenzione per il suo valore simbolico: qui ogni giorno adattiamo alla persona i processi e le fasi del lavoro; questa fatica ha senso perché valorizza l’umano e l’accordo che oggi firmiamo segna un passo avanti in questa direzione – ha spiegato Novara -. All’origine del nostro modo di operare c’è una scintilla comune, la passione per l’umano; è così che si è organizzata e costruita una risposta a bisogni concreti, generando un’esperienza di popolo, un fatto sociale”.

“Vogliamo dare di più a chi ha avuto di meno dalla vita – ha spiegato don Cesari – ed è precisamente ciò che in questo luogo si realizza quotidianamente da 40 anni”.

L’obiettivo dell’accordo, infatti, è quello di facilitare l’interazione, il rapporto e la transizione fra il percorso formativo e quello lavorativo, con una particolare attenzione verso le fragilità e la sensibilizzazione delle aziende al tema dell’inclusione.

“Guardando questi volti le fatiche vengono dimenticate e le energie si ricaricano – sono le parole del Sindaco Allevi –. Assistiamo al rafforzamento di una partnership che dimostra che il lavoro in rete è la caratteristica chiave, che rafforza e rinsalda l’opera del terzo settore nella nostra città”.

La Cooperativa sociale “L’Iride” opera dal 1982 a Monza e sul territorio brianzolo nel campo delle fragilità – servizi socioeducativi diurni e residenziali, unitamente a percorsi di formazione e inserimento nel mondo del lavoro per persone con disabilità – anche attraverso un importante rapporto di collaborazione con i servizi alla persona presenti sul Comune di Monza. È una società cooperativa sociale che gestisce sul territorio di Monza e Brianza 3 centri socioeducativi e 2 comunità alloggio in cui vengono promossi percorsi per persone con fragilità finalizzati alla promozione delle autonomie unitamente all’integrazione sociale. Gestisce poi 2 siti produttivi, entrambi a Monza, in cui vengono promossi percorsi di inclusione e crescita in ambito lavorativo per persone con fragilità attraverso l’assemblaggio di prodotti elettromeccanici e l’esecuzione di lavorazioni meccaniche.

Specializzazione in Logistica 4.0, accordo tra CNOS-FAP di Treviglio e Bomi Group

Pubblichiamo un articolo di “Public” sull’accordo tra il Cnos FAP di Treviglio in Lombardia e Bomi Group per un corso di alta formazione sulla Logistica 4.0.

***

Al via il nuovissimo Corso di Alta Formazione sulla Logistica 4.0 organizzato dall’istituto CNOS-FAP Lombardia di Treviglio in collaborazione con Bomi Group, nell’ambito del progetto Lombardia Plus.

Inaugurato nel dicembre 2019, il percorso in via di svolgimento prevede un’articolata full immersion nel contesto professionale e tecnologico della Logistica 4.0 sia per gli aspetti pratici, che per quelli più teorici. Cuore pulsante del percorso di formazione è il fitto calendario di lezioni teorico-pratiche tenute dal corpo docenti della School of Talentsdi Bomi, coordinato da Giovanni Crocco e formato da dipendenti e manager esperti del settore Logistico e di tematiche legate a Risorse Umane, Innovazione e Sicurezza. Il primo banco di prova, oltre che di constante apprendimento, è il tirocinio curriculare conclusivo di 80 ore in Bomi Group, in quanto parte integrante e garantita del Corso di Alta Formazione.

Rivolto ai ragazzi tra i 16 ed i 35 anni residenti in Lombardia in cerca di nuovi stimoli professionali, un corso di specializzazione di tale struttura è finalizzato a proiettare il giovane protagonista nel mondo del lavoro in un settore – quello della logistica e trasporti – sempre più caratterizzato da processi innovativi e dalla trasformazione digitale.

Massima importanza è attribuita alla metodologia formativa utilizzata: attraverso un approccio basato su lezioni d’aula di taglio estremamente pratico, analisi di situazioni reali, training on-the-job e coinvolgimento attivo dei partecipanti, i docenti trasferiscono ai corsisti la propria esperienza professionale, immediatamente applicabile e spendibile in ogni contesto lavorativo.

Un percorso di grande valore ed orgoglio, come sottolineato da Giovanni Crocco – People&Culture Business Partner Bomi Group, e Coordinatore del Progetto:

‘Sono anni che collaboriamo con il CNOS/FAP di Treviglio per la realizzazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro e tirocini formativi con i loro studenti. Quando ci è stato chiesto di co-progettare un intero percorso di formazione su un tema così innovativo ed attuale la nostra risposta non è tardata ad arrivare. Non solo perché Bomi Group è un convinto sostenitore dell’innovazione e della trasformazione digitale, ma anche perché riteniamo che il ‘sapere’ debba necessariamente essere messo a disposizione di chi incontra tutti i giorni difficoltà a trovare un lavoro affine alle sue capacità o in linea con le sue aspirazioni. L’obiettivo di Bomi è proprio questo: trasmettere know-how e conoscenza, ma soprattutto favorire la crescita di giovani talenti’.