Il sistema Preventivo rende amico l´allievo, che nell´assistente ravvisa un benefattore che lo avvisa, vuol farlo buono, liberarlo dai dispiaceri, dai castighi, dal disonore.

Il percorso proposto, rivolto al personale che opera all’interno della missione salesiana, offre la sintesi degli elementi del Sistema Preventivo di don Bosco ambientan­dolo nel contesto; mostrandone le connessioni con altri protagonisti della pedagogia; esponendone sistematicamente gli elementi caratte­rizzanti e le potenzialità per l’educazione nei diversi contesti contemporanei.

don Michal Vojtáš

Professore straordinario di Pedagogia Salesiana (Università Pontificia Salesiana)

Michal Vojtáš è un salesiano slovacco con la passione per l’educazione salesiana sia vissuta che studiata. Come direttore del Centro Studi Don Bosco dell’UPS coordina progetti di ricerca, formazione e diffusione dei studi salesiani. Oltre alle collaborazioni con le Istituzioni Salesiane di Educazione Superiore fa anche consulente di progettazione educativo-pastorale. È autore di “Progettare e discernere: Progettazione educativo-pastorale salesiana tra storia, teorie e proposte innovative”

 

Unità 1

Il principio dell’amorevolezza che si traduce in assistenza attiva.

Unità 2

L’assistenza come presenza attiva dell’educatore.

Unità 3

Principio della ragione e la saggezza pratica salesiana.

Unità 4

Principio della religione e la spiritualità salesiana.

CNOS - Centro Nazionale Opere Salesiane
C.F. 80215630585, via Marsala 42 - 00185 Roma