I tre step delle lezioni digitali

Con questa guida vogliamo offrire a direttori, presidi e insegnanti una guida su come utilizzare al meglio la didattica online per i loro studenti. Si tratta delle linee guida nazionali per l’organizzazione delle lezioni a distanza impartite dalla Fidae alle scuole cattoliche paritarie in Italia e riorganizzate da “Il Sole 24 ore” in una guida di e-learning. Si tratta di tre passaggi per prendere confidenza con strumenti, piattaforme e nuove regole di lavoro e di insegnamento, oltre ad alcuni approfondimenti su regole e normative.

Buona lettura!

COME ASSEGNARE I COMPITI A CASA? USATE IL REGISTRO ELETTRONICO!

Il docente potrebbe scegliere uno strumento già in uso nell’istituto: il registro elettronico.
Nella sezione di assegnazione dei compiti alla classe da parte del docente o nella bacheca della classe è prevista anche la possibilità di caricare video (con qualche limitazione sulla dimensione del file) o altri file (schede, testi ecc).

Vantaggi

Le famiglie possiedono già le credenziali di accesso al registro.

Svantaggi

la comunicazione tra docente e studenti/famiglie è prioritariamente in uscita. Non tutti i registri consentono di ricevere feedback e materiali da parte degli studenti.

COME CONDIVIDO I DOCUMENTI, I VIDEO, LE IMMAGINI? ECCO ALCUNI STRUMENTI PER FARLO

Per condividere testi, link, immagini, video, giochi didattici, mappe e documenti di vario genere, un po’ come su una LIM, è possibile usare applicazioni web-based, che non richiedono alcuna installazione e sono accessibili da qualsiasi dispositivo dotato di connessione ad internet.

Un ottimo esempio di facile utilizzo, che molti conoscono è Padlet. I docenti possono invitare a collaborare i colleghi, inserire materiali anche multimediali, già presenti sul web o prodotti da loro stessi, e condividerli con gli studenti, che avranno la possibilità di inserire i loro commenti (con possibilità di approvazione preventiva da parte del docente).

Vantaggi

Consente un accesso immediato ai materiali online senza necessità di creare account per gli studenti, è collaborativo, consente di attivare una comunicazione non unidirezionale. Si può utilizzare da qualsiasi dispositivo.

Svantaggi

È possibile creare gratuitamente solo 3 bacheche online.

Altri Strumenti

Amazon Web Services (Aws)

Sta supportando l’iniziativa del Ministero dell’Innovazione “Solidarietà digitale. Coronavirus: la digitalizzazione a supporto delle zone rosse”, Mettendo a disposizione gratuitamente delle scuole costrette alla chiusura nella “zona gialla” (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna) una serie di strumenti per supplire all’emergenza, ma anche per avviare percorsi alternativi di studio e formazione

Federazione Istituti di Attività Educative

La Federazione Istituti di Attività Educative (FIDAE) consiglia anche delle regole di comportamento da condividere con i propri studenti per svolgere la didattica in maniera ordinata e produttiva, come ad esempio il rispetto dei turni per parlare, l’abbigliamento adeguato da indossare, le modalità per svolgere i compiti e così via.

ESPERIENZE

La proposta dell’UAT di Padova Ad ascoltare fiabe si cresce si compone di tre video.
Nel primo, il prof. Alberto Riello spiega brevemente quanto sia importante in questo momento mantenere forte il legame tra maestre e alunni anche attraverso la letture di fiabe classiche … “ascoltare fiabe ha una virtù paradossale, quella di astrarci dal mondo per trovargli un senso”.
Nel secondo video è la narrazione animata della fiaba classica “il barbasucon”.
Nel terzo video la dr.ssa Laura Cesaro suggerisce agli insegnanti come produrre un file registrato e condividerlo con i propri alunni.

CREARE DELLE CLASSI VIRTUALI E ARCHIVIARE LEZIONI, DOCUMENTI E VERIFICHE

Nel caso in cui non ci fosse una piattaforma già in uso nella scuola, si potrebbe scegliere di attivare un account gratuito di applicazioni dedicate alla creazione di classi virtuali. Nelle classi virtuali sarà possibile assegnare compiti e verificarne l’esecuzione; condividere una chat in ambiente protetto con gli alunni; caricare video, assegnare verifiche e scadenze.

Vantaggi

Docente ed alunni possono entrare in contatto in un ambiente di condivisione nel quale gli alunni potranno interagire tra di loro e con il docente/docenti della loro classe.

Svantaggi

Eventuali difficoltà relative al livello di competenza posseduto da ciascun docente nell’utilizzo della rete. Necessità di autorizzazione all’uso da parte dei genitori nel caso non si abbia già.

CREAZIONE DI PIATTAFORME DI CONDIVISIONE

Queste piattaforme contengono al loro interno diverse applicazioni destinate all’uso didattico e consentono un’organizzazione strutturata dei contenuti: classi virtuali (Teams, Classroom,…); archiviazione e condivisione di documenti (One-drive, Google Drive, iCloud,…) verifiche e sondaggi on line (Forms, Documenti google…).

Vantaggi

Procedura di accreditamento facili- tata; numero di licenze gratuite illimitate per studenti e docenti dell’Istituto; creazione di un ambiente di condivisione a 360° all’interno del- l’Istituto in ambiente protetto e che rispetta il GDPR.

Svantaggi

Individuazione di un docente referente che si occupi della creazione degli account delle classi e che si formi sulla gestione della piattaforma. I docenti che non abbiano familiarità con l’uso di queste piattaforme devono formarsi sull’utilizzo. È necessario creare account per docenti e studenti ed avere l’autorizzazione da parte dei geni- tori nel caso non si abbia già. Prevede l’adozione di un regolamento per l’utilizzo.

Di seguito si indicano alcuni link in cui i docenti possono approfondire la conoscenza dei diversi ambienti:

CONTRIBUTI IN AGGIORNAMENTO

Cliccando su questo pulsante potrete accedere ad approfondimenti, materiali utili e risorse on line già pronte da utilizzare in continuo aggiornamento:

CNOS - Centro Nazionale Opere Salesiane
C.F. 80215630585, via Marsala 42 - 00185 Roma