Stessi sogni, storie diverse: la formazione per aprirsi e conoscere chi viene da lontano

Giovedì 29 novembre  i giovani delle parrocchie Patrocinio San Giuseppe e Santa Monica di Torino hanno vissuto il loro settimanale incontro di formazione all’Oratorio Salesiano San Luigi. Quest’anno il tema che li accompagna è la migrazione.
Trenta giovani, insieme ai loro accompagnatori animatori e il viceparroco don Daniele, si sono messi così in cammino per conoscere di persona altri giovani che hanno vissuto una migrazione importante. Arrivati in oratorio hanno ascoltato dalla voce di don Mauro, incaricato dell’Oratorio, i tanti progetti a favore dei giovani più poveri del quartiere e poi si sono messi in gioco attraverso interviste doppie: un giovane della parrocchia e un giovane del centro di accoglienza hanno risposto ad alcune domande.

Qual è stato il risultato delle interviste?  continua a leggere qui

La Don Bosco story sui muri di Valdocco

<p class=”m_8798249041203146592m_-1140465828481718137yiv3385461389msonormal”>Dopo due settimane di lavoro, le bombolette spray di Mr. Wany torneranno nelle loro valigie per confrontarsi con nuovi muri. Su quelli all’angolo fra via Maria Ausiliatrice e via Cigna che circondano la Casa Madre dei Salesiani a Valdocco, rimarrà l’impronta dello <em>street artist</em> brindisino, che ha creato <strong>nuove connession</strong>i fra i Figli di Don Bosco e il territorio in cui è nata l’esperienza degli oratori e delle scuole professionali.</p>
<p class=”m_8798249041203146592m_-1140465828481718137yiv3385461389msonormal”>Dedicati al 150° anniversario di consacrazione della Basilica di Maria Ausiliatrice, i<strong> 170 metri quadri di graffito</strong> hanno suscitato reazioni non solo nei i giovani, legati, per motivi generazionali, alla cultura dell’hip hop e della street art, ma anche nei residenti e nei visitatori di Valdocco,  – entusiasti della performance figurativa di Mr. Wany, e valorizzato un angolo di quartiere che apre alla Torino dei problemi sociali ma anche della <strong>solidarietà attiva</strong>.</p>
Continua a leggere la notizia qui: <a href=”http://www.salesianipiemonte.info/la-don-bosco-story-e-finita-ma-continua-a-vivere-sui-muri-di-valdocco/”>http://www.salesianipiemonte.info/la-don-bosco-story-e-finita-ma-continua-a-vivere-sui-muri-di-valdocco/</a>

&nbsp;