I Salesiani Cooperatori raccolgono la sfida del Sinodo: i giovani al centro per i prossimi sei anni

Nei giorni dal 13 al 17 marzo si è svolto a Roma il Consiglio Mondiale dei Salesiani Cooperatori: Antonio Boccia, coordinatore mondiale dell’Associazione racconta:

“Le giornate di lavoro suddivise in momenti di formazione, verifica e programmazione, hanno visto i 12 Consiglieri Mondiali, in rappresentante delle 11 Regioni che raggruppano le 102 nazioni in cui sono presenti i Salesiani Cooperatori, definire le Linee di Impegno per il prossimo sessennio 2018-2024. Il Consiglio, con l’ausilio della SEM (Segreteria Esecutiva Mondiale), ha redatto un documento ufficiale partendo da quanto era stato approvato dal V Congresso Mondiale celebrato lo scorso ottobre 2018. Il lavoro del Consiglio è stato molto meticoloso ed attento sui temi: Comunione nella Diversità, Missione condivisa, Autonomia solidale e Formazione, avendo come sfondo il documento finale del Sinodo sui Giovani.

Durante le giornate di lavoro c’è stata la visita del Rettor Maggior che, oltre ad un affettuoso saluto, ha dato diversi spunti che sono stati recepiti dal Consiglio per la Linee di Impegno. Ai Consiglieri, provenienti da diverse parti del mondo, è stata data la possibilità di visitare la Comunità di San Tarcisio, dove si trova il complesso Catacombale di San Callisto, e le “Camerette di Don Bosco” presso il Sacro Cuore.

I giorni trascorsi insieme e la condivisione dell’Eucarestia quotidiana hanno consolidato maggiormente il già bel rapporto di familiarità che caratterizza questo Consiglio Mondiale. Ora tocca ai Salesiani Cooperatori rimboccarsi le maniche e dare nuovo slancio all’Associazione raccogliendo le sfide che i tempi di oggi hanno lanciato al mondo giovanile

Sicilia, i giovani Salesiani Cooperatori testimoni di una gioia: #missioneevocazione

Lo scorso 16 e 17 marzo si è svolto, nella casa salesiana di Messina Giostra, il campo giovani invernale dei Salesiani Cooperatori di Sicilia.

Orazio Peluso, responsabile del Settore Giovani per la Regione Italia Malta e Medioriente racconta: “Circa 40 partecipanti tra Salesiani Cooperatori, aspiranti e simpatizzanti che rappresentano l’anima giovane dell’associazione si sono radunati e hanno riflettuto sul tema testimoni di una gioia #missioneevocazione. Il campo, organizzato dal consiglio provinciale, in particolare dal settore famiglia e settore giovani, ha visto la partecipazione anche di alcune giovani coppie che hanno avuto modo di riflettere sul tema dell’essere missionari come coppia e famiglia, mentre il resto dei giovani si è soffermato su come poter rendere attuale il sinodo sui giovani nella nostra provincia, infatti, dopo aver riflettuto sul documento finale del sinodo, si è formata una commissione che realizzerà un progetto, da poter rendere operativo il prossimo anno pastorale, su un tema del sinodo.
Ospite d’eccezione dell’evento è stato Marco Rodari, il mago “PIMPA”, che ha portato la sua testimonianza di clown nei luoghi di conflitto come la Striscia di Gaza, Siria e Iraq. La sua testimonianza ha toccato i cuori dei partecipanti e ha suscitato reazioni positive in tutti, significativa è stata la missione serale in un quartiere di periferia di Messina che, grazie alla presenza del PIMPA, ha vissuto momenti di gioia per i residenti in particolare tra i più piccoli.
La domenica i giovani hanno partecipato alla Giornata del Salesiano Cooperatore che ha visto il PIMPA testimone di una giornata che ha lasciato il segno tra tutti i partecipanti”.

Salesiani Cooperatori: Carlo Pellegrino è il nuovo consigliere mondiale per la Regione Italia – Medio Oriente – Malta

Sabato 24 novembre all’Istituto Salesiano Pio Xl a Roma si è svolta la cerimonia del passaggio di consegna tra il Consigliere uscente Antonio Boccia e Carlo Pellegrino, primo non eletto nell’ultimo Congresso elettivo Regionale. Antonio Boccia ha infatti lasciato il suo incarico durato tre anni per ricoprire l’incarico di Coordinatore Mondiale conferitogli dal Rettor Maggiore durante l’ultimo Congresso Mondiale Associativo.

L’atto ufficiale di accettazione e di conferimento è stato preceduto da un momento di preghiera con i ringraziamenti ad Antonio Boccia per il lavoro svolto e l’impegno profuso durante questi ultimi tre anni nella animazione a livello regionale. La cerimonia è proseguita con l’accettazione da parte di Carlo Pellegrino che, ufficialmente, il 24 novembre ha iniziato il suo mandato guidando i lavori della Consulta Regionale. Il mandato di Carlo Pellegrino avrà la durata di tre anni e concluderanno il sessennio iniziato da Antonio Boccia.

Tutti i Salesiani Cooperatori della Regione Italia – Medioriente – Malta augurano a Carlo Pellegrino un buon lavoro e un buon servizio affinché la sua missione, nel segno di Don Bosco, sia prodiga di tanti spunti di unione, fratellanza e spiritualità.